Stampa

Provincia, prima seduta per la Commissione Antimafia

palazzo-isimbardi-300x212











Si è svolta ieri a Palazzo Isimbardi la prima riunione della Commissione consiliare antimafia, nata lo scorso 16 gennaio da un voto unanime dell’assemblea provinciale. Nel corso della seduta, aperta dal presidente Bruno Dapei, sono stati eletti il presidente della commissione e il suo vice, rispettivamente Massimo Turci, capogruppo del PDL, e Roberto Caputo, vice capogruppo del PD, primi firmatari della delibera che ha dato vita al nuovo organismo consiliare.


La commissione, secondo quanto proposto dal presidente Turci, darà inizio subito ad una fase preparatoria con l’acquisizione di atti e documenti utili ad inquadrare il fenomeno “mafioso” e della criminalità organizzata, a partire dalle relazioni della Direzione nazionale antimafia. Il lavoro dei commissari procederà sulla base di audizioni di persone e istituzioni competenti e sull’analisi delle carte.“Dopo che avremo un quadro più chiaro della situazione – commenta Turci – cercheremo di elaborare progetti concreti per diffondere la cultura della legalità, a partire dalle scuole. In questa fase, visto che il fenomeno deve essere affrontato in modo quanto più possibile condiviso, scriverò subito al presidente del Consiglio comunale di Milano, Basilio Rizzo, per chiedergli di organizzare al più presto una seduta congiunta delle due commissioni”.
“Il fatto che l’istituzione Provincia si impegni fattivamente in azioni concrete per battere la microcriminalità e le infiltrazioni mafiose sul territorio – commenta Caputo – rappresenta un segnale importante per rafforzare il messaggio di legalità che deve passare nella società e soprattutto tra i giovani. Mi impegnerò nei prossimi mesi a coinvolgere tutte quelle associazioni che sono tra i principali obiettivi della criminalità per mettere in campo, insieme, progetti mirati a garantire la sicurezza nelle loro attività”.

Prossimi eventi

Nessun evento